Recensione ”Miss Peregrine – La casa dei ragazzi speciali”

in Avventura/Drammatico/Fantasy/Recensione da

Ero nato nel secolo sbagliato e mi sentivo tradito.

L’adolescente Jacob Portman, in seguito alla tragica morte del nonno in Florida, causata da un mostruoso essere, si reca in una piccola isola del Galles alla ricerca di un gruppo di bambini orfani dal talento speciale, che vivono presso la residenza della misteriosa Miss Peregrine, di cui il nonno gli ha molto raccontato durante la sua infanzia.

CAST: Il film vede come protagonisti Asa Butterfield (Jacob Portman), Eva Green (Miss Peregrine) e il resto dei ragazzi speciali. Sul piano antagonistico troviamo Samuel L. Jackson (Mr. Barron), Philip Philmar (Mr. Archer), Scott Handy (Mr. Gleeson) e Jack brady (Mr. Clark)

REGIA: La pellicola, diretta da Tim Burton, è composta esclusivamente da piani statici nei primi sessanta minuti, dando maggiore spazio ai dialoghi piuttosto che alle immagini. Accade esattamente il contrario nella seconda metà del film, dove il regista immortala magnifiche epopee realizzate in computer grafica.

LOCATIONS: Le ambientazioni principali sono state riprodotte in Belgio, Florida e Inghilterra.

COMMENTO: Inquietudine, maliconia e amore; sono questi gli elementi che contraddistinguono Tim Burton da chiunque altro. Eppure, Miss Peregrine – La casa dei ragazzi speciali presenta uno sviluppo narrativo poco originale, lasciando un sapore amaro nel corso degli avvenimenti.

VOTO: 7,5

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*