Recensione ”Free State of Jones”

in Azione/Drammatico da

Non è solo per noi. Nero, bianco, ricco, povero, è per tutti.

Dopo essere sopravvissuto alla battaglia di Corinth del 1862, il contadino Newton Knight, nativo della Contea di Jones, si ritrova a servire come aiuto-medico nelle fila dell’esercito confederato. Dopo la morte del nipote sul campo di battaglia, egli diserta e torna a casa per occuparsi della fattoria e della famiglia. Rendendosi conto della precarietà della situazione, la moglie e il figlio di Newton abbandonano la fattoria e Newton, in cerca di un luogo più sicuro. Knight si ritroverà quindi a dover combattere un intero esercito, ma non sarà solo.

CAST: Svolgono un ruolo rilevante Matthew McConaughey (Newton Knight), Gugu Mbatha-Raw (Rachel Knight), Keri Russell (Serena Knight) e  Mahershala Ali (Moses Washington). Fanno da sfondo, invece, Brian Lee Franklin (Davis Knight), Jacob Lofland (Daniel), Brad Carter (Tenente Barbour) e Sean Bridgers (Will Sumrall).

REGIA: La regia, affidata a Gary Ross, è piena di inquadrature completamente discordanti tra di loro che tendono a creare un montaggio tutt’altro che invisibile. Interessante la rappresentazione del crudo, senza alcuna censura.

LOCATIONS: Il film è stato girato principalmente nella contea di Jones, in Mississippi, e in Louisiana.

COMMENTO: La pellicola cerca di ripercorrere le storiche vicende del ribelle Newton Knight, perdendosi però in una regia priva di continuità narrativa. Riesce l’utilizzo dei flashforward, seppur non siano chiari sin dalla loro prima apparizione. In sintesi, Free State of Jones è un film che regge esclusivamente grazie alla sua cornice storica.

VOTO: 6

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.